Iscriviti alla newsletter
Seguici su Twitter
Privacy and cookies
 
Giovedì 22 Giugno 2017

Ultim’ora

Nelle banche misure più efficaci contro i crimini informatici

Grazie ai presidi informatici delle banche solo 1 su 50.000 clienti ha subito un danno economico, in diminuzione rispetto al 2015. Sono questi i principali risultati del Rapporto del Consorzio ABI Lab sulla sicurezza online, realizzati nell’ambito delle attività di ricerca del CertFin (Computer emergency response team), da cui emerge anche una sensibile riduzione delle imprese che nel 2016 hanno subito un danno economico (solo lo 0,0059%, circa 1 su 17.000)

L’Ivass richiede alle compagnie un’autovalutazione dell’esposizione al rischio di riciclaggio

L’IVASS ha richiesto alle imprese di assicurazione un’autovalutazione dell’esposizione al rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo e ha definito a tal fine una metodologia per individuare i criteri utili per l’analisi della rischiosità intrinseca e del livello di rischio residuo da parte delle compagnie che operano nei rami vita

I principali indicatori della rc auto

L’Ania ha pubblicato un approfondimento sui risultati dei principali indicatori tecnici del ramo R.C. Auto (e della relativa gestione della convenzione per il risarcimento diretto – cosiddetta CARD) per l’anno 2016. Quali sono le principali evidenze?

Altri articoli...

In Italia ormai la sanità non è più per tutti

Non si ferma il boom della spesa sanitaria privata. La spesa sanitaria privata grava sulle spalle degli italiani per 35,2 miliardi di euro nel 2016, con un aumento del 4,2% in termini reali nel periodo 2013-2016 (un aumento maggiore della spesa totale delle famiglie per i consumi, pari a +3,4% nello stesso periodo).

Pubblicato Ania Trends sulla nuova produzione vita

E’ stato pubblicato l’aggiornamento di Ania Trends relativo alla nuova produzione vita. Nel mese di marzo è stata pari a € 8,3 mld, in ulteriore crescita rispetto al mese precedente ma ancora in lieve diminuzione (-1,3%) rispetto allo stesso mese del 2016; nel I trimestre dell’anno i nuovi premi vita emessi hanno raggiunto € 21,8 mld, in diminuzione del 17,0% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Nel 2016 in ripresa il mercato delle compravendite immobiliari

Continua il trend positivo del mercato delle abitazioni in Italia che, in termini di numero di compravendite, nel 2016, fa un balzo in avanti del 18,9%, dopo la crescita del 6,5% nel 2015 e del 3,5% nel 2014.

Il 'Manifesto' per la banca digitale

L’evolversi della tecnologia e l’affermazione del digitale hanno influenzato in modo determinante le strategie e i programmi di investimento degli istituti di credito italiani, portando il settore a riflettere ancora di più sulle strade da percorrere per rinnovare il modo di “fare banca”.

Trasformazione della liquidità e stabilità finanziaria

Un interessante Paper della Banca d’Italia studia la relazione tra la quota di attività liquide detenuta dai fondi comuni aperti e la probabilità che i gestori dei fondi siano costretti a vendere titoli in portafoglio per far fronte a significative richieste di riscatto delle quote (vendite forzate)

La solvibilità delle compagnie italiane

Il recente Rapporto sulla stabilità finanziaria della Banca d’Italia contiene anche un interessante approfondimento sullo “stato di salute” del sistema assicurativo italiano. La redditività delle compagnie di assicurazione italiane è stabile

Proteggere e accompagnare i figli nella vita adulta

E’ stata presentata la quarta edizione del Rapporto del Gruppo Assimoco, realizzato da Ermeneia, Studi e Strategie di Sistema, “Un Neo-Welfare per la famiglia. Proteggere e accompagnare i figli nella vita adulta: una questione di cooperazione”.

Avere un reddito continuativo da lavoro rappresenta una delle condizioni importanti per poter diventare autonomi e oltre il 60% degli italiani colloca questo reddito tra i 1.000 e i 2.000 euro netti al mese, ma, pur di avviarsi concretamente al lavoro il 19% dei giovani si accontenta anche di 1.000 euro netti al mese, confermando così una forte spinta a entrare nella vita adulta considerando che l’età media di uscita dei giovani dalla famiglia risulta “ritardata” e cioè pari a 30,1 anni contro una media europea di 26,1.


Latest News Headlines
Benvenuti sul sito Italia Assicurazioni
La giornalista Alessia Argentieri vi presenta il nuovo sito Italia Assicurazioni
I più letti...