Iscriviti alla newsletter
Seguici su Twitter
Privacy and cookies
 
Martedì 13 Novembre 2018

Ultim’ora

Previdenza e occupazione femminile

di Elisabetta Ferlo
22/09/2016

Esiste un legame tra età di pensionamento e tasso di occupazione femminile? Cerca di rispondere a questo interrogativo un interessante Paper dal titolo Grandparental Availability for Child Care and Maternal Employment: Pension Reform Evidence from Italy, di cui si parla su Lavoce.info.

Lo studio prende in esame le riforme pensionistiche per quantificare l’effetto che la disponibilità, o indisponibilità, di nonni ha sull’occupazione delle madri di figli sotto i 15 anni, considerando in particolare il periodo pre-crisi (1993-2006), utilizzando i microdati dell’Indagine sui bilanci delle famiglie italiane, curata dalla Banca d’Italia.

I risultati riportati mostrano che donne le cui madri hanno maturato i requisiti pensionistici hanno una probabilità di essere occupate di ben 7,8 punti percentuali superiore rispetto a quelle con madri che non hanno ancora diritto al pensionamento.

La differenza corrisponde a un aumento del 13 per cento della probabilità di lavorare nella media del campione. Un simile effetto non si trova invece né per la nonna paterna, né per i nonni maschi.

Si teme allora che le riforme pensionistiche potrebbero avere effetti negativi non voluti sull’occupazione delle madri con figli giovani, senza adeguate politiche pubbliche che possano riempire il vuoto nell’offerta di servizi all’infanzia.

L’assenza di correttivi, è la conclusione, potrebbe contribuire a inasprire ulteriormente il già elevato divario occupazionale tra uomini e donne e anche crearne un altro tra donne in età giovani e donne più mature.



ARTICOLI CORRELATI

Latest News Headlines
Benvenuti sul sito Italia Assicurazioni
La giornalista Alessia Argentieri vi presenta il nuovo sito Italia Assicurazioni
I più letti...